Informativa breve sui cookie
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso delle pagine così da ottimizzarne sempre di più i contenuti e per consentire la fruizione dei contributi video, questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Per visualizzare correttamente tutti i contenuti di questo sito ed esprimere in questo modo il consenso all'uso dei cookie, occorre cliccare sul tasto qui sotto. Per saperne di più o per modificare le preferenze sui cookie, consultare la nostra Cookie Policy. Grazie.
Accetta i Cookie

Istituto Nazionale Tributaristi

Condividi questa notizia su:   FaceBook Twitter LinkedIn Google+

Comunicato

Riunione dell'Osservatorio regionale con gli Ordini professionali e le Associazioni di categoria firmatari dei protocolli d'intesa

Bologna
  21/02/17

Il Consigliere nazionale Claudio Barbieri ha partecipato ai lavori dell’Osservatorio sui servizi della Direzione Regionale delle Entrate dell’Emilia Romagna, di seguito la lettera sul resoconto inviata alla Presidenza nazionale:
«In mattinata ho partecipato all’Osservatorio regionale c/o la sede regionale Dell’Agenzia delle Entrate, inizio ore 9,50 e termine 13,30 sono stati trattati 2 argomenti principali, come da slide allegate e evidenziati i risultati ottenuti nell’ambito telematico nella regione, sia a livello nazionale che provinciale.
Per quanto riguarda le successioni, è stata evidenziata l’innovazione di poter presentare le successioni, utilizzando un programma dell’Agenzia da installare sul proprio pc, sottolineando che per il 2017 le comunicazioni potranno essere effettuate ancora in cartaceo e dal 2018 solo telematicamente.
Con la suddetta procedura si potrà chiedere (non è un vincolo) l’aggiornamento anche dei dati catastali, la procedura telematica prevede sino a 5 ricevute dell’Agenzia e solo nel momento in cui l’Agenzia riceve dalla banca il pagamento imposte emette la ricevuta di chiusura successione.
Per quanto riguarda la carta dei servizi si vorrebbero offrire maggiori servizi ed attenzioni alle esigenze del contribuente.»