Informativa breve sui cookie
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso delle pagine così da ottimizzarne sempre di più i contenuti e per consentire la fruizione dei contributi video, questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Per visualizzare correttamente tutti i contenuti di questo sito ed esprimere in questo modo il consenso all'uso dei cookie, occorre cliccare sul tasto qui sotto. Per saperne di più o per modificare le preferenze sui cookie, consultare la nostra Cookie Policy. Grazie.
Accetta i Cookie

Istituto Nazionale Tributaristi

Condividi questa notizia su:   FaceBook Twitter LinkedIn Google+

Nuove modalità per l'inizio di attività "regolamentate"

Riceviamo dalla Delegazione provinciale nota del Registro Imprese

Sondrio
  01-09-2010

Il 31 luglio scorso - con l'entrata in vigore della legge 30 luglio 2010 n. 122, recante conversione con modificazioni del D.L. 78/2010 - è stato riformulato l'art. 19 della L. 241/1990, la cui nuova rubrica è "Segnalazione certificata di inizio attività - SCIA".

La Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), che sostituisce la Dichiarazione di inizio attività (DIA) precedentemente prevista, consente di avviare un'attività d'impresa con un'unica comunicazione in cui si autocertifica il possesso di tutti i requisiti previsti per il legittimo esercizio dell'attività.

La SCIA va presentata alla pubblica amministrazione competente per l'attività che si intende avviare (ad esempio al Comune per il commercio al dettaglio, alla Provincia per le agenzie di viaggio, ecc.).

In particolare, possono essere iniziate dalla data di presentazione di una Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) al Registro Imprese, attraverso la procedura ComUnica, le seguenti attività (cd. attività regolamentate):

· autoriparazione

· facchinaggio

· installazione di impianti

· pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione

· agenti d'affari in mediazione

· agenti e rappresentanti di commercio

La SCIA deve essere:

· allegata ad un modello di iscizione/variazione al Registro Imprese/Albo Artigiani;

· presentata il giorno dell'inizio dell'attività economica (la data di inizio dell'attività denunciata, deve quindi corrispondere a quella di presentazione della SCIA);

· corredata dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione e dell'atto di notorietà necessarie per documentare il possesso dei requisiti previsti dalle normative di settore.

Il Registro delle Imprese, nel termine di sessanta giorni dal ricevimento della segnalazione, accerta il possesso dei requisiti e, nel caso di accertata carenza degli stessi, adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività.

Sul sito camerale, sono disponibili le guide operative e la modulistica, aggiornate con le nuove disposizioni.



C.C.I.A.A. SONDRIO - Ufficio Registro Imprese