Informativa breve sui cookie
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso delle pagine così da ottimizzarne sempre di più i contenuti e per consentire la fruizione dei contributi video, questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Per visualizzare correttamente tutti i contenuti di questo sito ed esprimere in questo modo il consenso all'uso dei cookie, occorre cliccare sul tasto qui sotto. Per saperne di più o per modificare le preferenze sui cookie, consultare la nostra Cookie Policy. Grazie.
Accetta i Cookie


03/11/2016

Osservatorio Politico Internazionale Ag. giornalistica

(OPi) Il Presidente dell’Istituto Nazionale Tributaristi (INT), Riccardo Alemanno, ha inviato una lettera al Ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan, ai Vice Ministri Luigi Casero, Enrico Morando, Enrico Zanetti ed ai Presidenti delle Commissioni Finanze di Camera e Senato On.Maurizio Bernardo e Sen.Mauro Maria Marino, nella quale evidenzia la necessità di modificare le comunicazioni trimestrali IVA previste dal Decreto Legge fiscale in discussione alla Camera.

Alemanno nella missiva scrive: «La presente per richiedere un intervento di modifica dell’art. 4 del D.L. 22/10/2016 N.193 relativo all’introduzione delle comunicazioni trimestrali telematiche dei dati delle fatture emesse e ricevute.» il n.1 dell’INT poi precisa: «Pur comprendendo la necessità di razionalizzare i controlli in materia di imposta sul valore aggiunto, vorrei evidenziare come i nuovi adempimenti graveranno in termini di costo e di tempo nei confronti dei contribuenti e degli intermediari fiscali che li assistono , costi e tempi che non potranno essere compensati dall’abrogazione di altri obblighi dichiarativi che riguardano esclusivamente particolari soggetti e non la quasi totalità dei possessori di partita IVA. Al fine di rendere meno gravosi gli adempimenti in oggetto si chiede che le comunicazioni abbiano scadenza semestrale ed una revisione al ribasso delle sanzioni collegate nonché l’applicazione dell’art.12 del Decreto Legislativo n. 472 del 1997.»