Istituto Nazionale Tributaristi

02/08/17

Egregio Presidente,
sono un ragazzo di 22 anni attualmente iscritto all'università  presso la facoltà  di giurisprudenza. Sono diplomato in ragioneria e vorrei aprire un CAF e patronato nella mia città  e Le chiedo se fosse possibile utilizzare il Vostro. 
Inoltre, da due anni, collaboro presso uno studio contabile dove ho maturato una certa esperienza nella tenuta delle scritture contabili. Le chiedo, pertanto, se è possibile iscrivermi presso l'Istituto Nazionale dei Tributaristi e, inoltre, qualora fosse possibile, 
cosa potrei fare in concreto una volta iscritto.
Grazie
A.M.

Risposta della Presidenza

Gentile Rag. A. M.,
per potersi iscrivere all'INT, il soggetto in possesso di diploma di maturità tecnica, deve certificare tre anni di esperienza nel settore, oltre tutti gli altri requisiti previsti dal regolamento di adesione pertanto dovrebbe ancora maturare almeno un anno di esperienza.
Circa l’esercizio dell’attività di tributarista ribadisco, come in altre occasioni, che è libero e non è legato all’iscrizione ad un’ Associazione, come indicato dalla L.4/2013.
Per quanto concerne le possibilità operative la rinvio ad un breve riassunto pubblicato nella pagina dello sportello del contribuente.
Ciò detto, voglio evidenziare come l’iscrizione ad un’Associazione, iscritta nell’elenco del MISE ed autorizzata a rilasciare attestato di qualità, sia una garanzia per l’utenza ed un valore aggiunto per il professionista.
In merito al CAF TFDC preciso che non è il “nostro”, ma una struttura con cui abbiamo una convenzione ed il tributarista INT può diventare centro di raccolta 730 e sportello patronato, ovviamente in un rapporto professionale tra il tributarista ed il CAF.
Se avesse ancora delle domande, comunichi un recapito telefonico e sarà contattato quanto prima dalla Segreteria.
Cordiali saluti.
 
Riccardo Alemanno
Presidente INT