Informativa breve sui cookie
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso delle pagine così da ottimizzarne sempre di più i contenuti e per consentire la fruizione dei contributi video, questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Per visualizzare correttamente tutti i contenuti di questo sito ed esprimere in questo modo il consenso all'uso dei cookie, occorre cliccare sul tasto qui sotto. Per saperne di più o per modificare le preferenze sui cookie, consultare la nostra Cookie Policy. Grazie.
Accetta i Cookie

Istituto Nazionale Tributaristi

Condividi questa notizia su:   FaceBook Twitter LinkedIn Google+

Comunicato INT

I candidati al Parlamento hanno risposto alle domande dell'INT

Roma
  02-03-2018

L’Istituto Nazionale Tributaristi (INT) ha pubblicato sul proprio sito internet e nei profili social, con l’hashtag #INTtributaristi, le risposte pervenute da alcuni candidati al Parlamento appartenenti ai vari schieramenti politici (qui il link). L’INT aveva dapprima inviato ai gruppi politici, in corsa per elezioni politiche del 4 marzo, alcune indicazioni sugli adempimenti burocratici che gravano su cittadini, imprese e lavoratori autonomi (qui il link), successivamente su questo ed altri argomenti sono state poste 5 domande ai candidati al Parlamento (qui il ink).

È stato questo, al di là degli incontri diretti, il modo con cui l’INT ha voluto dare un apporto al dibattito sui temi non sempre presenti nei programmi dei gruppi politici. Su ciò il Presidente dell’INT, Riccardo Alemanno, ha dichiarato: «È stato un modo differente di interagire con i candidati al Parlamento che hanno risposto alle nostre domande e che ringrazio per avere dedicato un po’ del loro tempo scrivendo ed inviandoci le proprie argomentazioni. Ritengo tutto ciò un valore aggiunto, che dimostra, di queste persone che ambiscono a ricoprire il ruolo di legislatore, le loro qualità di ascolto e confronto su argomenti peraltro di interesse e carattere generale che esulano da singoli interessi di categoria. Come INT partiremo da questo per riprendere, anche nella prossima legislatura, il confronto con le istituzioni parlamentari e governative per contribuire a migliorare il sistema Paese. Voglio infine ringraziare i Consiglieri nazionali dell’INT che hanno dato un importante ed indispensabile supporto a questa iniziativa.»