Istituto Nazionale Tributaristi

Condividi questa notizia su:   FaceBook Twitter LinkedIn Google+

Comunicato INT

Agenzia delle Entrate, riunione delle rappresentanze delle imprese e dei professionisti su: memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi. L'INT era presente con De Maio e Bianchi.

Roma
  28-05-2019

La Delegata provinciale di Roma Paola De Maio ed il Vice Presidente Costantino Bianchi, su invito del Vice Direttore Capo Divisione dell’Agenzia delle Entrate Paolo Savini, hanno partecipato alla riunione indetta presso la sede dell’ADE, per analizzare gli sviluppi operativi inerenti la problematica soprattutto in ragione della scadenza del 1° luglio (decorrenza per i soggetti IVA obbligati all’utilizzo del registratore di cassa e con volume d’affari superiore ai 400.000,00 euro, l’obbligo per gli altri contribuenti decorrerà dal 1° gennaio 2020). Si sono posti molti interrogativi e richieste di ulteriori esoneri, come sintetizzato nel report dei rappresentanti dell’INT riportato in calce, sono auspicabili chiarimenti e nuovi interventi normativi da parte del MEF e dell’ADE.

Report De Maio-Bianchi: Prima dell'arrivo del Dott. Paolo Savini è stata illustrata sinteticamente la funzionalità del programma ADE in "Fatture & Corrispettivi" per l'invio dei corrispettivi telematici e sempre all'interno di F&C, la funzionalità di " Accreditamento" dei RT (registratori telematici). Tale accreditamento fino ad oggi era indispensabile e preventivo al fine di completare l'installazione dei registratori telematici e per abilitarli all'invio dei flussi telematici, creando non pochi problemi all'utenza.
Oggi i Registratori possono essere invece abilitati all'invio anche senza l'accreditamento o direttamente in fase di installazione da parte dei tecnici (modalità sempre da consigliare) o successivamente da parte dello stesso esercente o del proprio intermediario accedendo sempre al sito F&C.

E' stato pertanto ribadito che ad oggi, come previsione di legge, sono solo due le metodologie di memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi elettronici:
- Registratori Telematici (per l'acquisto dei quali sono previsti i crediti di imposta di 250 acquisto nuovo/ 50 conversione vecchi. Problema sollevato successivamente: essendo il credito fruibile dall'esercente a volte in caso di franchising esercente e sostenitore spesa non coincidono? Come fare?)
- procedura WEB Ade attraverso F&C

Da porre attenzione sul comma della norma che prevede la "memorizzazione" che deve avvenire "in loco" ovvero attraverso lo strumento di trasmissione che nel caso sia il Ricevitore Telematico deve prevedere la funzione di "memorizzazione" (sulla falsa riga della conservazione delle FE, con la differenza che deve essere eseguita direttamente dal registratore).

Richieste e puntualizzazioni da parte dei partecipanti:
- esonero forfettari e minimi (come anche da noi richiesto);
- esonero artigiani : è stato esclusa quasi esplicitamente tale possibilità sostenendo che sarà possibile dotarsi di telefonini o tablet che supportino programmi/app di trasmissione ed essendoci tempo fino al prossimo gennaio sarà possibile continuare ad ottimizzare la procedura per questi soggetti minori;
- necessità di prevedere la capacità da parte dei Registratori di inviare il flusso xml oltre che a ADE anche agli intermediari o software house, come anche la possibilità di "scaricare" un flusso massivo;
- sanzioni per mancata o errato invio flussi? Quali sono? In caso di malfunzionamenti si ricorrerà probabilmente alla vecchia modalità di annotazione manuale;
- a proposito della copertura rete internet ci sarà un incontro MEF/MISE per studiare soluzioni;
- multiattività e contabilità separate con Volumi di affari differenti che possano quindi prevedere liquidazioni diverse mensili o trimestrali: quando e come trasmettere, quale regola seguire;
- necessari chiarimenti su "momento di emissione dello scontrino elettronico" soprattutto in caso di prestazioni: al pagamento o alla conclusione della prestazione, se la prestazione si conclude prima del pagamento?