Istituto Nazionale Tributaristi

Condividi questa notizia su:   FaceBook Twitter LinkedIn Google+

Comunicato Stampa INT

Riunione dell’Agenzia delle Entrate su corrispettivi telematici, l’INT ha partecipato con il Vice Presidente Costantino Bianchi.

Roma
  15-07-2019

Il Vice Presidente Nazionale Costantino Bianchi ha partecipato in rappresentanza dell’INT ad una riunione indetta dal Vice direttore Capo Divisione dell’Agenzia delle Entrate Paolo Savini, sulla memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi. Nella riunione i rappresentanti dell’ADE hanno evidenziato gli aspetti operativi del processo e raccolto i contributi delle associazioni di categoria, il Vice Presidente Bianchi ha evidenziato che si dovrà valutare attentamente la posizione dei contribuenti forfettari e minimi che ricadranno nell’obbligatorietà dal 1 gennaio 2020, poiché a parere dell’INT è una contraddizione che questi soggetti siano esclusi dall’obbligo della fatturazione elettronica ed invece non lo siano per gli scontrini telematici.
Inoltre il rappresentante dell’INT ha chiesto se dal 2020, con l’introduzione dei corrispettivi telematici e dopo un anno dell’obbligo di fatturazione elettronica, siano ancora necessari adempimenti come la trasmissione dei dati delle liquidazioni IVA (LIPE), poiché la digitalizzazione dei dati fiscali, deve avere come obiettivo anche la semplificazione degli adempimenti per i contribuenti.
Sulla prima osservazione del Vice Presidente INT l’ADE ha ribadito che si tratta di una scelta politica che non compete all’Agenzia, sulla seconda che saranno valutazioni che si potranno fare solo a regime. Pertanto l’INT in sede di dibattito della Legge di Bilancio e del Decreto Fiscale di accompagnamento chiederà l’esenzione dei contribuenti forfettari e minimi dall’obbligo dei corrispettivi telematici e una attenta valutazione degli adempimenti fiscali che si potranno annullare a seguito della digitalizzazione pressoché totale dei dati fiscali.