Istituto Nazionale Tributaristi

23/11/17

Caro Riccardo,
nel ringraziarti infinitamente per ciò che, insieme al Consiglio, stai facendo per noi, volevo porti un quesito che ho dimenticato nell'incontro svolto a Roma ad inizio novembre.
Il tariffario, stilato nel 2002, se volessi applicarlo con il cliente non mi sembra, a mio parere, adeguato ai tempi che corrono. Non sarebbe bene tirar giù un nuovo tariffario aggiornato e più specifico con le molteplici incombenze che il nostro "caro" Fisco ci ha "regalato" da qualche anno a questa parte?
Spero di non essere inopportuno e resto in attesa di un tuo parere in merito.
Un caro saluto al nostro "GENERALE".
Massimo

Risposta della Presidenza

Caro Massimo,
pur essendo il nostro tariffario datato, al momento non abbiamo ancora previsto interventi modificativi e ciò in ordine a due motivazioni: la prima è che comunque i compensi derivanti dalle applicazioni tariffarie, che ricordo sono meramente indicative, risultano comunque adeguati ai valori di mercato (tenendo conto della profonda crisi e della difficoltà nell'incassare i compensi ordinari); la seconda è relativa alla speranza che nel 2018 ci sia una stabilità normativa sull'equo compenso e sui "nuovi" adempimenti obbligatori (es. spesometro, LIPE, fattura elettronica) che ci dia la possibilità di integrare le indicazioni del nostro tariffario.
Un cordiali saluto

Riccardo alias GENERALE Alemanno